L’ inno al Nilo

 
 

 

 
 
L’ inno al Nilo era un’ incantesimo di competenza del faraone ,il quale,
attraverso l´intonazione di questo inno, propiziava l’ arrivo della pioggia.
Nell´ultima strofa, si trova una serie di invocazioni ritmicamente disposte,
che testimoniano sia l´idea musicale, sia il carattere magico.
 
 
Inno al Nilo
 
 
Lode a te, o Nilo, che esci dalla terra e giungi a sostentare l’Egitto:
di natura misteriosa, tenebra di giorno.
Tu che irrighi le campagne; tu, creato da Ra per sostentare tutto il bestiame.
Tu che bagni il deserto, che è lontano dall’acqua; la sua rugiada è acqua che cade dal cielo.
Amato da Gheb, conduttore del dio del grano; tu che fai prosperare ogni fucina di Ptah.
Signore dei pesci; tu che fai levare in volo gli uccelli. Tu che fai il grano e che crei il frumento,
per far celebrare la festa del Tempio. Se sei fiacco, i nasi sono otturati,
e tutti gli uomini sono poveri;
le vivande degli dèi vengono diminuite e milioni di uomini vanno in rovina.
Tu che arrechi sostentamento e sei ricco di cibo; tu che crei ogni cosa buona.
Tu che sei ragguardevole, dal dolce profumo.
Tu che crei l’erba per gli armenti e dai a ogni dio vittime sacrificali,
si trovi egli negli inferi, in cielo o sulla terra.
Tu che riempi il magazzino e rendi larghi i granai, tu che dai ai poveri.
Fai crescere gli alberi secondo il desiderio di ciascuno, e perciò l’uomo non ha penuria;
per tua forza viene costruita la barca, poiché non si può fabbricarla in pietra…
Se il Nilo fluisce, si fanno a te sacrifici; per te si macellano bovi,
per te si fanno grandi feste sacrificali.
Per te s’ingrassano uccelli; per te si cacciano antilopi nel deserto.
Il bene che fai si contraccambia.
Come al Nilo, si sacrifica a ogni altro dio: con incenso, manzi, bovi e uccelli.
Il Nilo si è scavato la propria caverna in Tebe, e agli inferi non se ne conosce più il nome.
Voi tutti, lodate i nove dèi e abbiate venerazione per la potenza che ha mostrato suo figlio,
il signore dell’universo, colui che fa verdeggiare entrambe le rive.
Sei verdeggiante, sei verdeggiante; o Nilo, tu sei verdeggiante.
Tu che fai vivere l’uomo del suo bestiame e il suo bestiame della campagna!
Sci verdeggiante, sei verdeggiante; o Nilo, tu sei verdeggiante.
 
 
MANOSCRITTO DELLA XIX DINASTIA

 

 

Annunci
  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: